Autostrada A1: tratto Barberino-Calenzano chiuso stanotte e domani notte

Coda in autostrada di notte

Coda in autostrada di notte

FIRENZE – Dopo il caos della settimana scorsa, si rendono necessarie altre due notti di chiusiura del tratto Barberino Mugello-Calenzano sull’Autostrada A1. La prima chiusura sarà proprio stanotte,  mercoledì 14 luglio, e la seconda domani notte, giovedì 15 luglio. Motivo: la prova di carico concordata con le strutture tecniche del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili sul viadotto Torraccia.
Il test verrà eseguito nel rispetto delle indicazioni dettate dal dicastero a seguito del monitoraggio congiunto effettuato sul ponte e nell’ambito della verifica in corso sui viadotti della rete finalizzata a constatarne la rispondenza ai parametri previsti dalla più recente normativa. L’esame delle strutture fa parte del processo in corso di assessment su tutti i viadotti della rete, svolto da specializzate società esterne di ingegneria e con il supporto di qualificati esperti e professori universitari.

Come condiviso con i Comuni di Firenze, Campi Bisenzio, Calenzano e Sesto Fiorentino e con le Prefetture interessate, la Direzione di Tronco di Firenze di ASPI ha pianificato la chiusura del tratto in orario notturno – caratterizzato da un ridotto volume di traffico – nel tratto tra Barberino e Calenzano, in entrambe le direzioni, dalle 22:00 di mercoledì 14 alle 6:00 di giovedì 15 e dalle 22:00 di giovedì 15 alle 6:00 di venerdì 16.

In alternativa, a chi da Bologna è diretto verso Firenze dopo l’uscita obbligatoria alla stazione di Barberino di Mugello, si consiglia di percorrere la SP8 dove, per l’occasione, sarà predisposta apposita segnaletica gialla indicante “Firenze”, per rientrare sulla A1 alla stazione di Calenzano. Percorso inverso per chi provenendo da Firenze è diretto verso Bologna.

autostrada A1, Barberino Mugello-Calenzano, tratto chiuso


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080