Serie A: la Lega studia riforma campionati, ipotesi riduzione a 18 squadre dalla stagione 2023-24

ROMA – Siamo ancora abbondantemente nella fase preliminare, quella in cui si valutano e si studiano i possibili
scenari. Se la Lega Serie A vorra’ varare la riforma dei campionati, portando il massimo campionato da 20 a 18 squadre a partire dalla stagione 2023-24, lo stabilira’ nel corso delle prossime riunioni. Per il momento i presidenti di Serie A hanno preso atto del panorama globale e dell’impatto che una simile riforma potrebbe avere. Un percorso che andra’ fatto di pari passo con la Federazione, che ha brevemente preso parte all’assemblea con il presidente Gravina, intervenuto per un saluto alle 20 squadre in cui ha chiesto e ottenuto la piena disponibilita’ da
parte dei presidenti a lavorare insieme, che a loro volta si sono congratulati con il numero uno del calcio italiano per
l’importante successo ottenuto dalla Nazionale agli Europei.
La parola e’ poi passata agli esperti di Deloitte, che gia’ nei giorni scorsi si erano confrontati singolarmente con le societa’ per conoscerne il punto di vista circa il possibile cambio di composizione del massimo campionato.

Attraverso una serie di slide e’ stato rappresentato l’attuale scenario europeo (sulla base dell’esperienza gia’ in essere in Bundesliga, l’unico tra i maggiori campionati continentali a 18 squadre): “Durante l’incontro – si legge nella nota di Via Rosellini – la societa’ Deloitte ha illustrato i possibili scenari evolutivi e i relativi riflessi sportivi ed economici legati a un’ipotesi di modifica del format della Serie A, temi che saranno approfonditi nel corso delle prossime settimane”. I presidenti si sono informati, hanno fatto domande e illustrato i propri punti di vista, per un percorso che si preannuncia soltanto alle battute iniziali e che richiedera’ ulteriori e dettagliati approfondimenti .

18 squadre, riduzione, seriea


Paolo Padoin

già Prefetto di Firenze
Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080