Giovane uccisa nel Veronese: imputato resta in carcere. Gip: crudeltà e motivi abietti


FOTO FRANCO SILVI/ANSA

FIRENZE – Emanuele Impellizzeri, il 38enne indiziato dell’uccisione della veronese Chiara Ugolini, è accusato di aver commesso l’omicidio con le aggravanti di aver agito con crudeltà e per motivi abietti. In base a quanto riportato nell’ordinanza del gip Angela Fantechi, la misura della custodia in carcere si è resa necessaria per il pericolo di fuga, per la gravità del fatto contestato e tenuto conto della personalità dell’indagato.

L’uomo, dopo il delitto nel Veronese, venne fermato dalla polizia stradale di Firenze mentre era in moto. Durante l’interrogatorio, l’Impellizzeri si era avvalso della facoltà di non rispondere.

accusato di femminicidio, gip Angela Fantechi, motivi abietti


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080