Pietà di Michelangelo nel Duomo di Firenze: finito il restauro dopo gli stop del covid

FIRENZE – Lavoro finito. Il restauro della Pietà di Michelangelo dell’Opera del Duomo nota come Pietà Bandini conservata a Firenze nel Museo dell’Opera del Duomo. Iniziato nel novembre 2019, interrotto più volte durante la pandemia da Covid 19, il restauro è stato un’occasione unica per comprendere la complessa storia dell’opera, le varie fasi di lavorazione e la tecnica scultorea utilizzata.

Un intervento che restituisce al mondo la bellezza di uno dei capolavori piu’ intensi e tormentati di Michelangelo, liberato dai depositi superficiali che ne alteravano la leggibilita’ dell’eccezionale plasticita’ e la cromia. L’obiettivo del restauro, e’ stato quello di raggiungere una lettura uniforme ed equilibrata dell’opera, riproponendo l’immagine della Pietà, scolpita in un unico blocco, come probabilmente pensata in origine da Michelangelo.

Grazie alla scelta di realizzare un cantiere di restauro aperto, i visitatori del Museo dell’Opera del Duomo hanno potuto vedere il restauro in corso d’opera. In via eccezionale, per i prossimi 6 mesi, dal 25 settembre 2021 al 30 marzo 2022, l’Opera di Santa Maria del Fiore ha deciso di lasciare il cantiere per permettere al pubblico, con delle visite guidate, di vedere da vicino e in un modo unico e irripetibile, la Pietà restaurata.

Duomo di Firenze, Pietà Bandfini, Pietà di Michelangelo


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080