Siena, Monte Paschi: sciopero e manifestazione sindacati, presente anche il sindaco

SIENA – Anche il sindaco Luigi De Mossi, tra i partecipanti al presidio organizzato stamani davanti alla sede di Mps a Siena, in occasione della giornata di sciopero indetta a sostegno della vertenza contro l’ipotesi di smembramento della banca. Circa 200 le persone presenti per la manifestazione unitaria indetta da Cgil, Cisl e Uil a Rocca Salimbeni per chiedere al governo un confronto sul futuro della banca per un’alternativa possibile diversa dal matrimonio con Unicredit£ spiegano i sindacati. E’ necessario far capire a chi di dovere, il governo – le parole del sindaco -, che la città non ha abbandonato la volontà di lottare per dipendenti del Monte, per l’indotto, per la tradizione e il marchio.
In occasione dello sciopero questa mattina si sono tenuti presidi anche a Milano, Roma e Bari.

Trattandosi di vicenda che interessa il suo collegio elettorale, a pochi giorni dal voto interviene Enrico Letta, che chiede ausilio al governo, forse teme di dover tornare a Parigi. In Italia le crisi ci sono, non è vero che
va tutto bene. «Oggi abbiamo due gruppi di lavoratori in sciopero: Alitalia, è un fase drammatica che necessita una soluzione, e Mps, è fondamentale e chiedo al governo che convochi i sindacati e ci sia una discussione». Lo ha detto Enrico Letta nel suo intervento a ‘Futura’, a Bologna

Monte, Paschi, siena

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080