Fiorentina contro il Milan (stasera, 20,45, Dazn) senza difesa. Italiano prova a inventarla per battere Pioli. Formazioni

Dusan Vlahovic esulta alla Luca Toni (Foto Violachannel)

FIRENZE – Ci proverà, Vincenzo Italiano, a battere Stefano Pioli, allenatore ancora amato a Firenze, anche con una squadra alla quale mancherà quasi completamente la difesa. Venuti e Igor centrali sono una soluzione di ripiego. Forse protetti da Torreira e da Duncan che potrebbe essere preferito, all’ultimo istante, a Castrovilli. Contro il Milan (stasera, sabato, ore 20,45, diretta su Dazn), dovrà realmente inventarsi qualcosa, Italiano. Che ha perso in extremis anche Benassi, il quale ha accusato un problema muscolare che gli impedirà di essere disponibile. Quindi nemmeno lui è stato convocato. La partita con il Milan sarebbe stata difficile in ogni caso, ora diventa una sorta di scalata dell’Everest.  E allora il tecnico dovrà ricorrere ad alchimie tattiche e accorgimenti mirati. L’ipotesi di proteggere l’improvvisata coppia centrale, Venuti-Igor, potrebbe funzionare. Magari piazzando lì Torreira e Duncan, buono a far legna. Davanti Vlahovic sarà solo, come sempre. E forse accerchiato dai milanisti. Ai suoi lati forse Sottil (preferibile a Callejon) e Saponara, ex Milan che potrebbe cercare una personale rivincita. Dall’altra parte un nome su tutti: Ibrahimovic, che potrebbe partire anche dall’inizio, vista l’indisponibilità di Rebic. Sarà dura, certo. Ma la Fiorentina e Italiano hanno l’obbligo di provarci.

ITALIANO – L’allenatore viola parla dell’avversario, Stefano Pioli, in questi termini: «Pioli è un allenatore che in Italia sta dimostrando un grande valore. Il Milan si esprime a livelli grandiosi, qualità in tutto quello che fanno. E’ una squadra aggressiva, che palleggia e sa ripartire. Quello milanista è un gruppo consolidato e questo penso sia gran parte merito dell’allenatore e dello staff. Ho grande ammirazione per il mister, complimenti per quello che sta facendo e lo saluterò volentieri». Per iol resto, Italiano tiene stretti i suoi dubbi (molti) e le sue certezze (poche)

MILAN – Niente Rebic, nel Milan di Firenze. La squadra, ha detto Stefano Pioli, sta bene, ma Calabria non sarà della partita. «L’infortunio di Calabria – ha aggiunto – non ci voleva visto l’ultimo blocco di gare che andremo ad affrontare fino alla fine del 2021. Giochiamo ogni tre giorni, qualcuna la salterà. Stava molto bene, è un giocatore importante, anche se ho delle ottime alternative. Non ci voleva ma sono situazioni che possono capitare. Anche Rebic stava molto bene ma nella partita di oggi dopo un colpo di tacco ha sentito una fitta, sicuramente non sarà della gara domani».

PIOLI – La prima partita dopo una pausa per le nazionali riserva sempre tante insidie, anche se il Milan in questa stagione ha sempre risposto presente. È successo a settembre battendo la Lazio, è successo anche a ottobre regolando il Verona, ora tocca superare l’esame Fiorentina, squadra che si presenta senza i due centrali di difesa titolari ma che non per questo renderà la vita meno difficile ai rossoneri: «Diffido sempre delle squadre in difficoltà per le assenze – ha tenuto a precisare subito Stefano Pioli in conferenza -. È successo anche a noi e abbiamo trovato più energie e determinazione. Poi parliamo di una squadra che ha una forte identità e chi giocherà saprà cosa fare. La Fiorentina sarà un avversario molto difficile e duro, è una squadra a cui piace fare la partita. Dovremo fare una gara molto lucida e ottima dal punto di vista tattico. Italiano ha sempre fatto bene, è un ottimo allenatore. È giovane, ma con le idee chiare. Sta facendo un lavoro importante, dando identità alla sua squadra». La difesa rossonera dovrà fare i conti con l’oggetto del desiderio di tante squadre (Milan compreso), ovvero Dusan Vlahovic, un giocatore che Pioli conosce bene: «È cresciuto tantissimo, l’ho allenato e faceva già vedere di essere bravo. È un attaccante molto forte». Complimenti reciproci, giusto così. Ma la Fiorentina, sul campo, dovrà cercare di fare la partita perfetta.

Le probabili formazioni

FIORENTINA (4-3-3): P. Terracciano; Odriozola, Venuti, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Castrovilli (Duncan); Sottil (Callejon), Vlahovic, Saponara. All.: Italiano. A disposizione: Rosati, Dragowski, Terzic, Amrabat, Benassi, Maleh, Sottil, Egharevba, Gonzalez. Indisponibili: Kokorin, Pulgar, Nastasic. Squalificati: Milenkovic, Martinez Quarta.

MILAN (4-2-3-1): Tatarusanu; Kalulu, Kjaer, Tomori, T. Hernandez; Tonali, Kessie; Saelemaekers, B. Diaz, Ibrahimovic (Giroud), Giroud (Leao). All.: Pioli. A disposizione: Mirante, Romagnoli, Gabbia, Ballo-Touré, Bennacer, Bakayoko, Florenzi, Krunic, Ibrahimovic, Pellegri, Maldini. Indisponibili: Calabria, Castillejo, Maignan, Plizzari. Squalificati: -.

ARBITRO: Guida di Torre Annunziata

Diretta tv DAZN e SKY ore 20.45

Fiorentina, italiano, Milan, Pioli, Vlahovic


Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080