Firenze: morto Luciano Cavalli, pioniere di sociologia politica al Cesare Alfieri

Rettorato Università Firenze

FIRENZE – Se n’è andato a 97 anni il sociologo Luciano Cavalli, ricordato dall’Università di Firenze (ha insegnato per quasi 30 anni al Cesare Alfieri) per aver contribuito all’affermazione e allo sviluppo in Italia degli studi sociologici, in particolare della sociologia politica di cui è stato uno dei pionieri. L’Ateneo fiorentino esprime cordoglio per la scomparsa di Cavalli, protagonista di numerose ricerche sulla sociologia di Max Weber, sui conflitti sociali nelle città italiane, sulla leadership politica nelle democrazie occidentali.

Nato a Torreglia (Padova) nel 1924, Cavalli ha insegnato all’Università di Genova per poi passare come ordinario a Firenze alla facoltà di Scienze politiche Cesare Alfieri, dove ha insegnato dal 1968 al 1996. Preside di facoltà, direttore dell’Istituto di sociologia e, in seguito, del Dipartimento di Scienza della politica e sociologia politica, Cavalli è stato fondatore di uno dei primi dottorati in Sociologia in Italia e del Centro di ricerca interuniversitario di sociologia politica. Ha contribuito al dibattito politico culturale italiano tra gli anni ’60 e ’90 con numerosi interventi sulle più significative riviste e sui quotidiani nazionali.

Luciano Cavalli, politica Cesare Alfieri, sociologia


Gilda Giusti

Redazione Firenze Post

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080