Pedopornografia online: arrestati due uomini a Firenze e a Livorno, detenevano oltre 1.500 file

polizia postale

FIRENZE – Nell’ottica di contrastare in maniera efficace e sempre più pregnante gli abusi nei confronti di minori online, il Compartimento Polizia Postale e delle Comunicazioni di Firenze, con l’ausilio delle Sezioni di Livorno e Pisa, ha eseguito, nei giorni scorsi, perquisizioni informatiche emesse dalla Procura della Repubblica di Firenze, nei confronti di due soggetti, un 43enne residente nella provincia di Livorno e un 25enne residente nella provincia di Pisa.
Grazie alla meticolosità e alla capacità di analisi degli operatori della Polizia Postale sui device rinvenuti nel corso delle perquisizioni, gli specialisti hanno scoperto oltre 1.100 file a carattere pedopornografico nella disponibilità dell’uomo di Livorno e circa 500, dello stesso tipo, in quella del 25enne pisano.
Gli indagati perquisiti sono stati dunque arrestati in flagranza di reato per detenzione di ingente quantità di materiale realizzato mediante lo sfruttamento di minori degli anni 18 e sottoposti alla misura restrittiva degli arresti domiciliari.
Gli arresti sono stati convalidati, con la conferma della misura cautelare degli arresti domiciliari per il 43enne di Livorno e la rimessa in libertà, in quanto incensurato, per il 25enne pisano.
I procedimenti si trovano nella fase delle indagini preliminari, pertanto non si escludono ulteriori sviluppi investigativi e probatori, anche a favore degli stessi indagati.

arresti, pedopornografia, polizia postale


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080