Migranti: i 106 rifiutati da Malta sbarcano ad Augusta, in attesa altri 113 sulla GeoBarents

ANSA/FABIAN HEINZ / SEA-EYE

AUGUSTA – Come avevamo facilmente previsto sbarcheranno ad Augusta, nel Siracusano, i 106 migranti tratti in salvo nel Mediterraneo centrale, rifiutati da Malta, porto sicuro più vicino, nonostante la presenza di Bergoglio. Ad annunciare la concessione del porto siculo da parte del governo italiano è stata la stessa ong. “Le autorità italiane hanno assegnato il porto di Augusta. Dovremmo arrivare nel pomeriggio”, twitta. Dopo gli screening sanitari e i test anti Covid potranno così sbarcare i naufraghi a bordo della nave umanitaria battente bandiera tedesca, “salvati in acque libiche e rifiutati d Malta. Alcuni sono in mare da più di una settimana in balia delle onde e del freddo, tra di loro anche 22 bambini. sottolineano dalla Ong. I profughi provengono da Egitto, Nigeria, Sudan, Sud Sudan e Siria.

Ma altri arrivi sono in programma grazie alle navi Ong. Restano, ancora in attesa dell’indicazione di un porto sicuro di sbarco i 113 sulla nave di Msf. “I forti venti e le onde alte fino a 2 metri stanno rendendo la situazione a bordo ogni ora più difficile – spiegano dalla Geo Barents che si trova al largo delle coste siciliane tra Catania e Siracusa -. Dopo un’esperienza di premorte e una settimana sulla nave, 113 sopravvissuti hanno urgente bisogno di un posto sicuro dove sbarcare e ricevere assistenza”. E il governo ancora una volta aprirà qualche porto siciliano all’arrivo di altri clandestini.

clandestini, Governo, ong, sbarchi, sicilia


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080