I consueti messaggi del presidente

Zelensky: Russia usa missili per compensare insuccessi militari. Oltre 28.000 soldati russi uccisi finora

EPA/SERGEY DOLZHENKO

KIEV – La Russia sta attaccando le infrastrutture civili e militari ucraine per “compensare” i
fallimenti sul terreno. Lo ha detto il presidente ucraino Volodymyr Zelensky in un video diffuso nella notte, secondo quanto riporta la Bbc. Zelensky ha detto che ci sono stati bombardamenti missilistici nelle regioni di Leopoli, Sumy e Chernihiv, attacchi aerei nella regione di Lugansk e “attività di sabotaggio” nelle aree di confine. “Tutto ciò non serve solo a creare tensione nel nostro Stato, non solo a testare la nostra forza”, ha detto Zelensky. “Questo è un tentativo dell’esercito russo di compensare una serie di fallimenti nell’est e nel sud del nostro paese – ha aggiunto -. Non riescono ad avere successo nelle loro azioni militari nelle aree in cui cercano di avanzare. Allora provano a farlo attraverso attività missilistiche o altro. Comunque inutilmente”.

Sono almeno 28.300 i soldati russi uccisi in Ucraina dall’inizio dell’invasione: lo rende noto
l’esercito di Kiev. Nel suo aggiornamento sulle perdite subite finora da Mosca, l’esercito indica che dopo 84 giorni di conflitto si registrano anche 202 caccia, 167 elicotteri e 441 droni abbattuti. Inoltre le forze di Kiev affermano di aver distrutto 1.251 carri armati russi, 586 pezzi di artiglieria, 3.043 veicoli blindati per il trasporto delle truppe, 102 missili da crociera, 199 lanciamissili, 13 navi, 2.137 tra veicoli e autocisterne per il trasporto del carburante, 91 unità di difesa antiaerea e 43 unità di equipaggiamenti speciali.

missili, Russia, Zelensky


Ezzelino da Montepulico


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080