Il Pd protegge in sostanza il Pkk

Nato, adesione Svezia e Finlandia: Letta si mette di traverso, Turchia non leda diritti dei curdi

Il Segretario del PD Enrico Letta (ANSA/MOURAD BALTI TOUATI)

ROMA – Enrico Letta ringalluzzito dal buon esito di alcuni ballottaggi ormai interviene su tutto e su tutti quasi fosse lui a poter influenzare la politica italiana e quella della Nato. “I diritti dei curdi per noi
rappresentano un punto fermo. Nessuna ambiguità. Nessuno scambio possibile”. Lo scrive il leader del Pd Enrico Letta su twitter, citando l’intervista rilasciata oggi a Qn. “Dobbiamo continuare a sostenere l’Ucraina e a cercare la pace, la pace, la pace. E, rispetto alle conclusioni dell’ultimo vertice Nato – si legge
nell’intervista su Qn – siamo d’accordo, ma non ci deve essere uno scambio in modo tale che la Turchia abbia mano libera sul Kurdistan e con estradizioni dalla Svezia e dalla Finlandia”. Un altro macigno sulla strada del governo, oltre a quello dello ius scholae e del progetto di legge sulla droga, ma forse il segretario, pensando a un possibile successo a spese del centrodestra e del M5S, vuole spingere, senza dirlo apertamente, per le elezioni.

adesione, Letta, pd, Turchia


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080