Droni kamikaze su Kiev. Uccisi due giovani sposi. E Mosca ammonisce Israele: “Relazioni distrutte se date armi all’Ucraina”

Droni kamikaze su Kiev

KIEV – La capitale ucraina, Kiev, è sotto attacco. Un’ondata di 28 droni kamikaze iraniani Shaded 136 è stata lanciata dall’esercito russo. Lo ha scritto su Telegram il sindaco di Kiev Vitali Klitschko, come riporta il Guardian. “Grazie alle nostre forze armate e alla difesa aerea, la maggior parte dei droni è stata abbattuta. A Kiev sono state udite in totale cinque esplosioni. Un drone è esploso su un condominio nel distretto di Shevchenkiv. I soccorritori stanno continuando a spegnere l’incendio e a smantellare i detriti.

Intanto, da Mosca,  il vicepresidente del Consiglio di sicurezza russo, Dmitri Medvedev, reagisce all’annuncio di Israele di sostenere l’Ucraina nella guerra: “Sarebbe una mossa molto avventata. Distruggerebbe tutte le relazioni tra i nostri Paesi”

Ma torniamo ai droni su Kiev. “La Russia ha lanciato oggi il suo primo attacco in assoluto contro la Capitale ucraina utilizzando droni kamikaze Shahed-136 di fabbricazione iraniana”, ha affermato il sindaco di Kiev Vitali Klitschko. Mentre Anton Gerashchenko, consigliere presidenziale ucraino di alto livello, ha dichiarato che una “giovane famiglia” è stata uccisa nell’attacco di droni su un edificio residenziale a Kiev. “Bohdan e Victoria, 34 anni, sono stati trovati morti. Si dice che aspettassero il loro primo figlio tra qualche mese”, ha twittato il funzionario ucraino, secondo quanto riporta il Guardian.pitale ucraina vengono usati droni Shahed 136. L’allarme aereo continua e i residenti sono stati invitati a restare nei rifugi. 

armi, droni, israele, Kiev, Medvedev


Ernesto Giusti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080