Ciclismo, morta la moglie di Gino Bartali

Gino Bartali con la moglie Adriana
Gino Bartali con la moglie Adriana
Gino Bartali con la moglie Adriana

FIRENZE – Cordoglio in tutta la Firenze sportiva, ma non solo, per la scomparsa di Adriana Bani, moglie del campione di ciclismo Gino Bartali. È scomparsa ieri all’età di 95 anni nella sua abitazione di Firenze. I funerali si svolgeranno domani lunedì 3 marzo alle 15.30 nella chiesa di San Piero in Palco in piazza Elia Dalla Costa, nella zona di Gavinana.

Nata nel 1919, Adriana Bani si era sposata nel 1940 con «Ginettaccio», scomparso il 5 maggio 2000. Dal matrimonio sono nati tre figli: Andrea, Luigi e Biancamaria. Da sempre una coppia affiatatissima, Adriana fu costantemente accanto al marito in tutta la sua vita.

In tanti ricordano, in particolare, che fu lei a ricevere una telefonata dal presidente del Consiglio Alcide De Gasperi, che voleva mettersi in contatto con Gino Bartali per incitarlo a vincere il Tour de France nel 1948. Erano giorni ad alta tensione in Italia, dopo l’attentato al segretario del Partito comunista Palmiro Togliatti. Il paese rischiava seriamente la guerra civile.  Bartali recepì il messaggio e la sua meritata vittoria al Tour, a detta di molti, contribuì a rasserenare gli animi ed allentare il clima in Italia.

Nel maggio 2005 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi consegnò alla signora Adriana la medaglia d’oro al valor civile alla memoria per Gino Bartali, per aver aiutato e salvato tanti ebrei durante la Seconda guerra mondiale.

gino bartali

Commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080