Finita nel nulla dal 1 maggio 2014

Arezzo, scomparsa di Guerrina Piscaglia: ci fu un sms a padre Gratien: «Sono incinta, tu sei il babbo»

di Redazione - - Cronaca

Stampa Stampa
Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)

Guerrina Piscaglia, la donna scomparsa a Badia Tedalda (Arezzo)

AREZZO – Guerrina Piscaglia, la donna di Ca Raffaello, frazione di Badia Prataglia nell’Aretino della quale non si hanno notizie dal primo maggio scorso, avrebbe detto a padre Gratien Alabi, il religioso indagato per la sua scomparsa, di essere incinta e che proprio il sacerdote era il padre del bimbo.

Lo ha detto lo stesso padre Gratien in un interrogatorio la cui ricostruzione è stata trasmessa stasera 7 gennaio dalla trasmissione «Chi l’ha visto?» e nel quale il prete ha negato di aver avuto rapporti sessuali con la donna.

L’interrogatorio, secondo la ricostruzione fatta dalla trasmissione di cui Federica Sciarelli ha fornito un’anteprima nel corso del Tgr Rai della Toscana, si è svolto prima che il religioso si avvalesse della facoltà di non rispondere.

In quell’occasione padre Gratien aveva anche detto di escludere di essere il padre del piccolo e di non aver avuto rapporti sessuali con la donna scomparsa.

Nel colloquio con gli inquirenti il religioso aveva detto di conoscere Guerrina Piscaglia da circa un anno e mezzo e di frequentare la sua casa, così come lei frequentava la parrocchia di Ca Raffaello e di essersi scambiato con la donna «moltissimi» sms. In alcuni di questi Guerrina gli avrebbe detto di essere incinta e che lui era il padre.

Inutili sarebbero stati i tentativi di convincerla che non era vero, anche perché, ha ribadito il religioso, non aveva avuto rapporti sessuali con lei. La donna lo avrebbe minacciato di «dire tutto», fino all’ultimo sms poco prima di scomparire e nel quale lo avvertiva: «Sto venendo da te».

Tag:,

Commenti (1)

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.