Ma il sindaco nega ogni polemica

Firenze, moschea: Renzi sconfessa Nardella e boccia la soluzione della caserma Gonzaga

di Redazione - - Cronaca, Politica, Top News

CAVRIGLIA (AREZZO) –  Torna in alto mare la soluzione per l’insediamento della nuova moschea a Firenze. Quando il Sindaco Nardella e l’imam Ezzedin Elzir sembravano d’accordo sulla localizzazione alla Caserma Gonzaga, arriva imprevisto ed improvviso lo stop di Matteo Renzi. La moschea a Firenze nell’ex caserma Gonzaga? «Tecnicamente e giuridicamente non si può fare lì». Lo ha detto Matteo Renzi rispondendo alle domande dei giornalisti durante la sua visita a Cavriglia (Arezzo) per il 25 aprile sull’ipotesi, avanzata dal sindaco di Firenze Dario Nardella, di scegliere come sede per la moschea l’ex struttura militare che un tempo ospitava i Lupi di Toscana. Renzi spiega che «forse non è stato neppure Nardella, forse sono stati i tecnici, non Nardella a pensare quella soluzione. Adesso però la partita è chiusa, risolta. È che tecnicamente proprio non si può fare lì».

L’ex premier ed ex sindaco di Firenze spiega anche di aver parlato con Nardella, «non è che ho voluto entrare a gamba tesa in questioni di sua competenza. È solo una questione tecnica, quella caserma e’ stata data dallo Stato alla città di Firenze e adesso non si può dare una destinazione diversa.» In questa presa di posizione probabilmente hanno avuto un ruolo non secondario i contrasti nati nei comuni vicini, in particolare a Scandicci, i cui rappresentanti dem saranno chiamati domenica a votare per le primarie Pd. E Renzi ha pensato bene di ridurre i rischi del malcontento.

Ma Nardella soffoca subito le polemiche. Nessun contrasto con Renzi, afferma il Sindaco. «Era una proposta, un’ipotesi, non una decisione già presa, quella di realizzare la moschea nell’ex caserma Gonzaga a Firenze. Ma problemi tecnici-giuridici che ho riscontrato parlando proprio con Renzi rendono molto complessa la realizzazione dentro la caserma. Del resto l’avevo anche detto qualche giorno fa, tant’è che siamo già al lavoro per individuare o un’area vicina nello stesso quartiere o altre ipotesi di cui parleremo il 3 maggio con gli altri sindaci e il Pd». Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella rispondendo ai giornalisti sulle dichiarazioni di Matteo Renzi in merito alla realizzazione di un centro di preghiera islamico nell’ex caserma Gonzaga, al confine col comune di Scandicci.
«Detto questo Matteo lo sa benissimo, noi siamo assolutamente in sintonia politica ma io faccio il sindaco e prendo le decisioni in totale libertà e autonomia» ha aggiunto il sindaco spiegando poi, rispondendo ai giornalisti, che non c’è nessuna polemica, mai stata polemica col suo predecessore a Palazzo Vecchio. Punti di vista e peraltro l’aspetto tecnico di cui ha fatto cenno Renzi è un problema che effettivamente esiste, legato al trasferimento dell’ex caserma dal Demanio al Comune sulle base delle destinazioni. Gli accordi di trasferimento, ha spiegato, non prevedevano un’ipotesi del genere. Nardella ha anche detto che nell’ex caserma, se ci saranno le condizioni, «faremo il centro di preghiera per il prossimo Ramadam».

Tag:, , , ,

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: