Non è la prima volta

Milano: scritte offensive sui muri della sede della Lega Nord

di Redazione - - Cronaca, Politica

MILANO – «Il popolo non è razzista. Lega di merda. Razzisti». È la scritta con insulto comparsa nella notte tra domenica e lunedì su un muro esterno della storica sede della Lega in via Bellerio a Milano. A darne notizia, su Facebook è stato il deputato Paolo Grimoldi.

«L’anno nuovo purtroppo – ha scritto il parlamentare sulla sua pagina – comincia in continuità con quello precedente, procedendo nell’escalation di aggressioni alle sedi della Lega, con vandalismi, buste con proiettili, scritte spray con minacce e insulti, vetrate infrante e purtroppo anche attentati incendiari ed esplosivi (tre da luglio nelle nostre sedi in Lombardia), senza contare i fantocci di Salvini bruciati nei cortei studenteschi». E ancora: «Che brutto clima intimidatorio – ha concluso Grimoldi nel suo post – di cui gran parte della sinistra, sempre impegnata a blaterare di fascismo, non si accorge o forse preferisce non accorgersene…». Non è la prima volta che si parla di scritte sul muro esterno della sede di via Bellerio. E non sempre per frasi offensive o insulti rivolti al partito di Matteo Salvini.

Tag:, ,

Lascia un commento

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.