Messaggio del presidente dal New Jersey

Fiorentina: San Siro applaude Ribery «immortale». Commisso: «Sono contento assai»

di Sandro Bennucci - - Cronaca, Sport, Top News

Rocco Commisso

MILANO – Vincere a San Siro dà un’emozione straordinaria. Vincere con una Fiorentina bellissima fa ancora più piacere. E Franck Ribery è stato applaudito, molto sportivamente, da uno stadio, la Scala del calcio, molto deluso e in contestazione aperta per l’ennesima sconfitta del Milan. Ribery immortale, nel senso che il tempo, per lui, sembra non passare. E dagli Stati Uniti, esattamente dal New Jersey, arriva il messaggio di Rocco Commisso: «Vi dico la verità, mi aspettavo che i ragazzi facessero una partita così. Dopo tre partite, siamo già nella parte sinistra della classifica. Non c’è voluto assai, ma si vedeva dal primo giorno che, con un po’ di tempo, avremmo fatto bene. Sono molto contento per i ragazzi, per Montella, per Pradè e per Barone e Antognoni. Mi hanno fatto contento e voglio ringraziarli».

PRADE’ – «Stasera ci godiamo la vittoria, passeremo una bella settimana e dormiremo felici. Tante persone che erano scettiche sul lavoro del nostro allenatore capiranno che è un grande lavoro, ed è un lavoro che merita». Lo ha detto il direttore sportivo viola Daniele Pradè commentando nel post gara di Milan-Fiorentina il successo per tre a uno della squadra gigliata guidata da Vincenzo Montella. «Un secondo dopo la partita ho ripensato al successo per tre a uno del primo anno di Montella a Firenze ed ho riportato questa mia riflessione anche nello spogliatoio -ha aggiunto Daniele Pradè-. Ci sono mancati i risultati nella prima parte della stagione, contro il Napoli potevamo pareggiare, contro la Juventus meritavamo di vincere e a Parma contro l’Atalanta abbiamo subito il gol del pareggio solo a 23 secondi dalla fine. Adesso, queste due vittorie danno consapevolezza alla squadra. Siamo la rosa che ha cambiato
maggiormente a livello di prima squadra in Europa e quindi ho sempre detto che ci occorre tempo per crescere e migliorare -ha
proseguito il ds viola-. Voglio fare i complimenti ai tifosi milansiti perchè gli applausi agli avversari sono le belle cose del calcio. Ribery è un giocatore immortale che non ha un’età biologica. Castrovilli è un giocatore forte e deve restare con i piedi per terra, il futuro e’ suo ma stasera la prestazione è di tutta la squadra. Questo è un anno di transizione, ma quando hai personalità, prima o poi i valori emergono ed adesso finalmente i risultati ci stanno ripagando».

Tag:, , , , ,

Sandro Bennucci

Direttore del Firenze Post
Scrivi al Direttore