Variante omicron: la situazione negli Stati europei, quasi nessuno impone vaccinazione, solo autoisolamento e mascherine

BRUXELLES – La nuova variante Omicron costringe gli Stati europei a cambiare strategia per la lotta alla pandemia. Solo l’Italia continuerà per ora con le vaccinazioni a tappeto, pur dimostrandosi prudente in merito alla nuova variante, altri Stati stanno valutando la situazione, dispongono quarantene, autoisolamento e uso di mascherine, ma attendono di conoscere con più sicurezza indicazioni sui possibili esiti avversi della nuova variante e sull’efficacia della somministrazione dei vaccini attualmente disponibili.

La prudenza dovrebbe essere d’obbligo e infatti quasi tutti gli Stati. I  reali del Belgio hanno rinviato la loro visita ufficiale in Italia. 

OLANDA  Sarebbero risultati positivi alla variante omicron molti dei 61 viaggiatori tornati ieri nei Paesi Bassi
con due voli dal Sudafrica. Lo hanno reso noto le autorità sanitarie olandese (Rivm), precisando che i risultati completi saranno annunciati domenica. Tutti i 624 passeggeri a bordo sono in quarantena, ha confermato il Rivm, ribadendo l’obbligo di test per tutte le persone – anche senza sintomi – arrivate in Olanda dal 22 novembre se sono state di recente in Botswana, Lesotho, Malawi, Mozambico, Namibia, Sudafrica, Swaziland e Zimbabwe.

SVIZZERA – Le persone che entrano in Svizzera provenienti da Repubblica Ceca, Paesi Bassi, Regno Unito, Egitto e
Malawi, paesi in cui è stata registrata la variante Omicron del Covid-19, devono presentare all’imbarco in aereo o al loro arrivo nella Confederazione un test negativo e sottoporsi a 10 giorni di quarantena. Lo ha comunicato questa sera via Twitter l’Ufficio federale della sanità pubblica (Ufsp). “Il Consiglio federale raccomanda di rinunciare a viaggi in Paesi con varianti di virus che destano preoccupazione”, come ha insistito questa sera ancora una volta il Dipartimento federale degli affari esteri (Dfae).

FRANCIA- Dovranno autoisolarsi tutte le persone in Francia che, anche se vaccinate, sono entrate in contatto con casi
di sospetta o confermata positività alla nuova variante omicron. Lo hanno riferito i media locali, informando sulla nuova disposizione comunicata dal ministero della Salute francese. Qualsiasi persona a rischio di contatto con un possibile caso o un caso confermato della variante B1.1.529, indipendentemente dal proprio stato vaccinale, deve essere considerata ‘contatto ad alto rischio’ e deve quindi essere posta in quarantena”, si legge nel testo del
provvedimento inviato a strutture sanitarie e professionisti.

BELGIO – I reali del Belgio hanno rinviato la loro visita ufficiale in Italia prevista a inizio dicembre. Lo ha annunciato una nota della Casa Reale belga, precisando che la decisione è stata concordata con le autorità italiane e legata al
“deterioramento della situazione sanitaria in Belgio ed Europa”, alla luce anche dei timori legati alla nuova variante omicron. La visita era in programma dal primo al tre dicembre e avrebbe visto l’arrivo in Italia di Re Filippo, della Regina Mathilde e di alcuni ministri. Re Filippo sarà comunque a Roma il primo dicembre per una breve visita durante la quale incontrerà il presidente Sergio Mattarella. Un’altra riprova della scarsa fiducia degli altri Paesi per la strategia di vaccinazione a raffica del governo italiano.

REGNO UNITO – Tutte le persone nel Regno Unito entrate in contatto con sospetti casi di variante omicron devono autoisolarsi per 10 giorni, indipendentemente dal loro livello di vaccinazione. E’ una delle misure annunciate dal primo ministro britannico, Boris Johnson, nel corso di una conferenza stampa a Downing Street.
Sono assolutamente fiducioso che questo Natale sarà considerevolmente migliore di quello scorso, ha aggiunto Johnson rispondendo alla domanda sulla possibilità che le persone debbano rivedere i loro programmi per le festività. Diventerà obbligatorio nel Regno Unito l’utilizzo di mascherine nei negozi e nei trasporti pubblici. Lo ha
dichiarato il primo ministro britannico, Boris Johnson, nel corso di una conferenza stampa a Downing Street sulla nuova variante omicron.

GERMANIA – Sono stati confermati a Monaco di Baviera i primi due casi della nuova variante Omicron in Germania. Lo ha annunciato il ministro della Sanità bavarese, Klaus Holetschek (Csu), precisando che i due viaggiatori sono arrivati ​​il ​​24 novembre su un volo dal Sudafrica.

europei, Omicron, stati


Paolo Padoin

Già Prefetto di Firenze Mail

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080