Autolinee Toscane: assunzione di 200 autisti. La metà fra gennaio e febbraio

FIRENZE – Cercasi autisti per trasporto pubblico su gomma. Autolinee Toscane, società che gestisce il trasporto pubblico su gomma in tutta la Toscana, cerca 200 nuovi conducenti, di cui 100 tra gennaio e febbraio: le nuove assunzioni, afferma l’azienda in una nota, si aggiungono a quelle già attivate dal subentro del 1 novembre ad oggi per far fronte alla seria carenza di conducenti, dovuta «alle assenze legate alla mancanza di Green pass o a quelle, in crescita, per malattia».

L’obiettivo è avere una graduatoria da cui attingere nel corso del 2022. Il piano prevede assunzioni a tempo determinato che potranno trasformarsi in tempo indeterminato. «E’ sempre più difficile trovare persone disponibili – afferma Jean-Luc Laugaa, amministratore delegato di Autolinee Toscane – ci sono barriere d’ingresso impegnative e costose: oltre alla patente D o E serve il Certificato di qualificazione conducente. Un costo che oscilla dai 3mila euro fino ai 5mila euro. Una cifra impegnativa per chi è senza lavoro. Per evitare che la carenza di autisti diventi emergenza, le associazioni di settore hanno chiesto al governo un contributo di 400mila euro per aiutare i giovani ad ottenere i requisiti richiesti. Chiediamo anche alla Regione di aiutarci, programmando appositi corsi di formazione per autisti di pullman».

100 assunzioni, autisti, Autolinee toscane


Ernesto Giusti


Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080