Covid-19 Europa: Mappe Ecdc, quasi tutti i Paesi in rosso

BRUXELLES – Mappe Ecdc. Nella nuova mappa del Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), aggiornata al 2 dicembre 2021, quasi tutta Europa è in rosso, ad alto rischio di contagio, con qualche macchia gialla soltanto in Italia e Spagna. Nessuna regione è in verde.

La mappa redatta dall’Ecdc si basa sul tasso di notifica di nuovi casi a 14 giorni ogni 100mila abitanti e sul tasso di positivi nei test effettuati e rappresenta uno strumento di orientamento per gli Stati membri dell’Ue nelle decisioni in materia di limitazione sui viaggi tra Paesi. Il verde rappresenta un basso rischio, che cresce andando verso il giallo, rosso e rosso scuro (situazione con rischio massimo)rischio di contagio, con qualche macchia gialla soltanto in Italia e Spagna. Nessuna regione è in verde.

Nell’aggiornamento del 2 dicembre della mappa dell’Ecdc domino il rosso: quasi tutte le regioni dei Paesi Ue sono classificate in rosso o rosso scuro, che identifica il rischio di contagio massimo. Sparito il verde (basso rischio), ci sono solo alcune zone in giallo (rischio medio): si tratta di sette regioni italiane – Piemonte, Toscana, Umbria, Sardegna, Puglia, Basilicata e Sicilia – e una spagnola, l’Estremadura. In rosso scuro ci sono Germania, Austria, Belgio, Olanda, Danimarca, Irlanda, Grecia, gran parte dell’Europa dell’est e i Paesi baltici.

Nella classificazione del livello di rischio in vigore in Italia, gran parte del Paese è in fascia bianca. In zona gialla c’è il Friuli Venezia Giulia, dal 29 novembre, a cui si unirà dal 6 dicembre la provincia di Bolzano. Entrambi i territori sono classificati in rosso scuro nella mappa dell’Ecdc, gli unici in Italia

ecdc, europa, mappe

Firenze Post è una testata on line edita da Toscana Comunicazione srl
Registro Operatori della Comunicazione n° 23080