Skip to main content

Usa-Cina: Biden esprime a Xi preoccupazioni su proprietà Tik Tok

Biden e Xi in una foto d’archivio

WASHINGTON – Il presidente Joe Biden ha detto al suo omologo, Xi Jinping, che gli Stati Uniti vogliono un cambio di proprieta’ di TikTok, mentre il Congresso discute di vietare l’applicazione di successo a meno che non si separi dai suoi proprietari cinesi.

“Il presidente ha ribadito le nostre preoccupazioni sulla proprieta’ di TikTok”, ha dichiarato ai giornalisti il portavoce del Consiglio di sicurezza nazionale John Kirby.

“Ha chiarito al presidente Xi che non si tratta di un divieto dell’applicazione, ma piuttosto del nostro interesse alla dismissione, in modo che l’interesse della sicurezza nazionale e la sicurezza dei dati del popolo americano possano essere protetti”, ha detto Kirby.

I funzionari occidentali hanno espresso allarme per la popolarità di TikTok tra i giovani, sostenendo che sia asservito a Pechino e un canale per diffondere la propaganda, affermazioni negate dall’azienda e da Pechino. Il mese scorso la Camera dei Rappresentanti degli Stati Uniti ha approvato a larga maggioranza una proposta di legge che costringerebbe TikTok a disinvestire dalla società madre cinese ByteDance o a subire un divieto a livello nazionale. 

Biden ha sostenuto l’iniziativa anche se la sua campagna elettorale si e’ rivolta a TikTok per raggiungere i giovani elettori. Il disegno di legge ha prospettive meno sicure al Senato, dove alcuni membri sostengono che gli Stati Uniti stiano oltrepassando la loro autorita’ in materia di liberta’ civili e di proprieta’ delle imprese. Anche il rivale elettorale di Biden, Donald Trump, ha manifestato il proprio disagio, nonostante sia solitamente ansioso di denunciare la Cina. 

Biden, Tik Tok, Xi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload the CAPTCHA.

Firenze Post è una testata on line edita da C.A.T. - Confesercenti Toscana S.R.L.
Registro Operatori della Comunicazione n° 39741